Introduzione al progetto

Questo progetto nasce su iniziativa di Agenzia Italia, azienda leader nei servizi amministrativi per il comparto automotive che opera con successo crescente con Case auto e società di noleggio e leasing.

Agenzia Italia è consapevole che l’attuale assetto del settore va incontro a sostanziali modifiche. La tecnologia sta già da anni introducendo novità nella gestione delle flotte, sia per la quantità di informazioni disponibili, sia per la capacità di coordinare i flussi anche in assenza di intermediari specializzati.

I clienti dal canto loro guardano sempre meno ai soli servizi di base in favore di un’assistenza olistica alla mobilità. Prossimamente, la tecnologia interesserà direttamente il prodotto auto, per la possibilità di scambiare ed elaborare informazioni e per la capacità di assistere la guida in forme crescenti, fino all’indipendenza dal driver.

Gli stessi noleggiatori prevedono che nel prossimo decennio potranno offrire il noleggio della mobilità, non del solo veicolo. Gli impatti si prevedono interessanti.

Da un lato, le attività che oggi sono necessarie al funzionamento del sistema potrebbero essere annullate e sostituite da altre, domani. Dall’altro, le attività potrebbero non essere di pertinenza degli stessi operatori attuali.

Agenzia Italia non intende essere travolta dal cambiamento, bensì accompagnarlo insieme ai suoi interlocutori, con particolare riferimento alle flotte aziendali, ponendosi come contributore di conoscenza e innovazione.

Da qui la volontà di ricercare soluzioni innovative per le flotte, in linea con le attività ‘core’ di Agenzia Italia, non limitandosi solo alla gestione operativa delle flotte, ma guardando con attenzione anche al sistema di comunicazioni e relazioni che queste generano. Oggi sono in massima parte intermediate da poche figure (tipicamente il fleet manager), ma in prospettiva potrebbe sorgere un sistema di scambio a rete, person-to-person o addirittura car-to-system.

AgitaLab (laboratorio dedicato alla ricerca e sviluppo di servizi innovativi in ambito automotive, flotte e mobilità promosso da Agenzia Italia) intende accompagnare il cambiamento sostenendo l’attività di ricerca e riflessione culturale nel campo della mobilità.

Con il supporto del Centro Studi Fleet&Mobility, è stato disegnato e progettato un percorso triennale (dal 2016 al 2018) che ha messo insieme diversi e importanti stakeholder del settore in attività di speculazione e confronto di alto profilo, producendo contenuti di interesse relativi ai servizi legati all’auto e alla mobilità.

In questi libri esamineremo le attività realizzate nel 2016 e nel 2017.

Gli stakeholder coinvolti sono stati esponenti senior di case automobilistiche, società di noleggio, società assicurative e finanziarie, concessionarie e altri operatori (il sistema dell’offerta), unitamente alle rispettive associazioni di categoria.

Al progetto hanno preso parte, inoltre, esponenti senior di imprese e consumatori (la domanda), anche attraverso loro associazioni e giornalisti esperti della materia.

Anche alcuni studiosi, interpreti delle dinamiche sociali, e studenti universitari sono stati coinvolti in questo percorso di indagine.

Le attività implementate sono tre indagini predittive basate su una variante del metodo Delphi, oltre che una maratona di studenti universitari (tipo ‘hackathon‘) e anche un sondaggio delle opinioni e degli orientamenti sull’universo dei driver italiani

Le tre indagini predittive sono state condotte grazie al contributo di esperti del settore automotive e hanno avuto per oggetto i seguenti temi, nel libro del 2016: la cultura e la percezione del servizio – l’outsourcing e le core competence – l’innovazione richiesta dalla domanda e l’innovazione indotta dall’offerta; mentre nel libro del 2017: le soluzioni tailor made e il do-it-yourself – l’e-commerce nelle auto aziendali – l’acquisto dei privati dell’auto on-line.

Per la realizzazione di queste indagini è stata utilizzata una variante della metodologia Delphi, che consiste nel coinvolgere un ristretto e qualificato numero di esperti intorno a un tema, formulando dei quesiti circa la sua evoluzione e stimolandoli a esprimere risposte individuali, che vengono poi sottoposte al vaglio di ciascuno in forma anonima, in modo che il livello di validazione di ogni risposta sia determinata dal suo contenuto, indipendentemente da chi l’ha espressa. Questo percorso punta a selezionare le ipotesi di futuro più condivise dal gruppo di esperti.

Ciascuna delle tre indagini è composta quindi da due macro fasi. Durante la prima fase gli esperti coinvolti hanno ricevuto un primo questionario su cui esprimere, da remoto, le proprie valutazioni in chiave previsionale, di cambiamento.

Sulla base delle affermazioni estratte dal primo questionario, Fleet&Mobility ha preparato un secondo questionario, in forma anonima, su cui per ogni affermazione ciascun esperto ha espresso, nel corso di un incontro, il proprio giudizio di accordo/disaccordo. Le affermazioni con i diversi gradi di accordo costituiscono l’output dell’indagine.

Anche la creatività degli studenti ha preso parte al progetto.

Nel quadro dell’European BEST Engineering Competition, hanno collaborato al progetto gli studenti della facoltà di Ingegneria di Tor Vergata di Roma. Nel 2016 sono stati coinvolti 80 studenti, divisi in 20 gruppi, hanno dato vita alla Mobility Marathon, all’interno della quale hanno progettato 20 sistemi di mobilità per il weekly day-time, il weekly evening, il week-end e le vacanze; nel 2017 sono stati coinvolti 23 studenti divisi in 5 gruppi e hanno dato vita all’hackaton mobilty, all’interno del quale hanno progettato innovativi servizi di mobilità dedicati al driver.

Infine la voce dei driver italiani è stata raccolta ed analizzata attraverso un sondaggio condotto da Ipsos su oltre 800 automobilisti italiani dal titolo “L’automobilista prossimo venturo” per l’edizione 2016 e “L’acquisto on-line dell’automobile” per l’edizione 2017.

 

I primi due anno di lavoro, sono già passati e con questi libri vogliamo raccontarvi cosa abbiamo fatto.

Visualizza i libri

Related Projects

Start typing and press Enter to search

Utilizziamo i cookie per migliorare l'usabilità del nostro sito web e la qualità dei nostri servizi. Cliccando su "Continua", effettuando lo Scroll, oppure continuando la navigazione di questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookie. Per disattivarli, si prega di fare riferimento alla nostra politica cookie. In caso di disattivazione dei cookie il sito potrebbe non funzionare correttamente. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi